Oggetti di design dalla laguna alle nostre case

Oggetti di design: dalla laguna alle nostre case

Vi è mai capitato di lasciare il cuore in una città e desiderare di portarvene a casa un pezzettino per conservare il ricordo di quel posto? A me è successo spesso. Forse è per questo che subito sono stata conquistata da Pieces of Venice, impresa sociale che sta regalando agli amanti di Venezia il lusso di possederne un piccolo pezzo. Non banali souvenirs, ma oggetti di design che esprimono l’autenticità di Venezia, usando un materiale, il legno, che parla di tradizioni e della storia della città.

Come nasce Pieces of Venice?

Karin Friebel, cofondatrice del progetto, racconta che l’idea è nata in poche notti dalla mente creativa del marito Luciano Marson, una vita di esperienza e successi nella produzione di mobili di design, sempre un passo avanti nell’innovazione di prodotto e nella comunicazione. E così da una consulenza per sviluppare arredi fatti con il legno delle briccole, è scaturita l’intuizione di usare invece quel materiale per realizzare oggetti e complementi.

Calatosi nei panni del turista a caccia di souvenirs originali e stanco della paccottiglia cinese che invade Venezia, Luciano pensa a qualcosa di veramente autentico e rappresentativo della città. All’inizio tutto parte dal recupero dei materiali della laguna (legno di pali e pontili) cui si vuol dare nuova vita trasformandoli in oggetti utili. Pieces of Venice presto convoglia energie creative di designers e abilità tecniche di artigiani che aderiscono al progetto per amore di Venezia.

Poi l’entusiasmo di Karin mette le ali all’idea del marito, definendo un nuovo modo di fare impresa, attento alla qualità dell’ambiente e della vita. Sì perché all’eco sostenibilità e al riciclo si unisce anche l’impegno sociale per il mantenimento del decoro urbano con l’iniziativa “Salva Venezia un pezzo alla volta”.

Storytelling: gli oggetti raccontano delle storie

E’ arrivato il momento di scoprire alcuni di questi oggetti, piccoli ma così carichi di significato.

Innanzi tutto le miniature di vaporetti e taxi, mezzi di trasporto iconici della città lagunare, che diventano eleganti complementi d’arredo dalla silhouette inconfondibile. Vi sono poi oggetti utili come calzascarpe, ventagli e portacandele, tutti realizzati in legno, piacevoli al tatto e alla vista. E ancora la collezione di Suoni e Visioni, oggetti da compagnia come li definisce la designer Mariapia Bellis, una vera e propria scatola di ricordi dei luoghi e delle esperienze sensoriali fatte a Venezia.

I nomi degli oggetti corrispondono tutti a vari indirizzi della città, che sia un museo o un ristorante non importa, l’idea è creare uno storytelling che inviti a scoprire luoghi e percorsi della Venezia più autentica. Ciascuno dei souvenirs commercializzati da Pieces of Venice racconta dunque un pezzo di venezianità, tramanda una storia, un luogo da conservare per non perdere l’identità della città.

Per promuovere un turismo di qualità e contrastare quello mordi e fuggi.

Una rete a sostegno di Venezia

Nel corso del 2019 i prodotti sono stati presentati nei principali museum shops e negozi storici veneziani scelti come canali di vendita privilegiati oltre allo shop on line. Ma è il 2020 l’anno della consacrazione di Pieces of Venice. In settembre l’assegnazione del Compasso d’Oro al design per il sociale all’ADI Design Museum di Milano, poi la promozione del progetto attraverso le prestigiose vetrine del T Fondaco dei Tedeschi.

Pieces of Venice -
Luciano Marson e Karin Friebel, fondatori di Pieces of Venice

E questo è solo l’inizio. Luciano, Karin e l’intero team stanno già lavorando allo sviluppo di nuovi oggetti.  Sono partiti dal legno, materia ben conosciuta, ma hanno già in mente di usare altri materiali di recupero come il vetro o i tessuti, che rappresentano la quintessenza delle eccellenze artigianali del territorio. Basti pensare alle numerose vetrerie artistiche muranesi e alle storiche tessiture veneziane come Fortuny, Rubelli e Bevilacqua, che potrebbero donare i loro scarti produttivi per vederli trasformati in originali souvenirs.

Il progetto sta colpendo i cuori e sta ricevendo consenso e sostegno da molte parti. L’obiettivo comune? Fare rete per supportare cultura e tradizioni di una città unica e straordinaria. E di questa rete possono far parte tutti gli estimatori di Venezia, che nel modo sono tantissimi, Pieces of Venice ha creato per loro dei ricordi autentici e tangibili da portare a casa!

Photo courtesy: Pieces of Venice

Condividi su facebook
Condividi questo articolo su Facebook
Articolo creato 36

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto